FR∆CT∆E

FR∆CT∆E è un ragazzo con un computer e un microfono.

FR∆CT∆E sono i teoremi della scrittura pop uniti agli algoritmi della musica elettronica.

FR∆CT∆E è un tatuaggio geometrico sul braccio che si ripete in loop come un beat di batteria, come le facciate di certi palazzi di periferia a Torino, la sua città.

FR∆CT∆E sono frammenti di tempo, quelli di un sample campionato da un vecchio disco o quelli in cui si prova un’emozione autentica veloci come il bagliore di una strobo.

FR∆CT∆E sono canzoni nate nella bocca dello stomaco, le quattro del mattino in autostrada, cassa e clap, poesie scritte sui muri con lo spray, una ragazza che balla sul tetto di un palazzo cappuccio in testa e sneakers ai piedi, le insegne intermittenti che tagliano il buio, una partita di calcio in un parcheggio deserto, suoni morbidi e suoni distorti dai venti ai ventimila Hertz.

FR∆CT∆E è il nuovo progetto artistico di Paolo Caruccio: voce, autore e producer.

Polistrumentista e appassionato di ogni forma di creatività, ha tenuto concerti in tutta Italia
e all’estero suonando in numerosi festival e rassegne tra cui Rock In Roma, A Night Like This
Festival, Spaziale Festival e aprendo anche live di Smashing Pumpkins. Ha scritto musiche e
sonorizzazioni per spot pubblicitari e cortometraggi collaborando con il Csc (Centro
Sperimentale di Cinematografia) di Torino; Lavora come produttore artistico e mixing engineer
nel suo studio “Turbopop” ai Docks Dora di Torino.

Il 21 Ottobre 2016 è uscito per Costello’s il primo singolo “Cartina Corta” presentato in
anteprima esclusiva su Fanpage.it con un video (guardalo qui: http://bit.ly/2fiwWE2 ) girato a
Dalston nel cuore della nightlife londinese. “Cartina Corta” racconta attraverso lo sguardo e i
sentimenti di una ragazza in giro a far serata i cliché e qualche ipocrisia della vita mondana. La
canzone, finalista al Premio InediTO 2017 è stata insignita di una menzione speciale per il testo da News Spettacolo.

Il 28 Marzo 2017 è stato presentato sul portale di RedBull il remix di HWIR (The Circle). Il brano è stato inserito nella playlist che viene suonata durante le partite allo Juventus Stadium.

Il 5 Luglio 2017 è uscito “Spleen Tropicale”, secondo singolo di FRACTAE in collaborazione con Bea Zanin (video: http://bit.ly/
2tMsiol ). La parola “spleen” utilizzata per esprimere malinconia e insoddisfazione immotivata viene contrapposta alla spensieratezza del mood tropicale.
Il suono vuole tracciare una linea immaginaria tra Calvin Harris e Giuni Russo, tra Drake e i Righeira. “Spleen Tropicale” fa il verso alle hit, esplorando con leggerezza e ironia quei momenti di vacanza in cui ci si sente fuori luogo. Il brano è stato lanciato con una performance durante la Torino Fashion Week 2017.

Il 31 Gennaio 2018 è uscito “IMADNV” ( http://bit.ly/2jgLDuG ) in collaborazione con RKH Music.
IMADNV è una citazione del capolavoro omonimo di Renato Zero, sebbene inversamente proporzionale al suo significato.
È una canzone che parla di noi oggi: del nostro senso di smarrimento ma anche della voglia di riscatto. L’umanità senza filtri nelle sue espressioni più sincere è ciò che si racconta nel video girato a New York, con la videocamera immersa in un oceano di persone pieno di speranze e contraddizioni.

fractae-imadnv

imadnv

2018

01 Imadnv

fractae-spleen-tropicale

spleen tropicale

2017

01 Spleen tropicale feat. Bea Zanin